HP Elite Dragonfly

Ll business notebook convertibile straordinariamente sottile e leggero

Libertà di movimento in uno straordinario design touchscreen convertibile x360

Progettato per stupire: Design con taglio a diamante e un incredibile rapporto screen-to-body

Pronto a tutto: Chassis in magnesio unibody. Livello di affidabilità eccezionale e certificato secondo standard militari

Stile iconico : Lo stile è importante per i professionisti. Il colore Dragonfly Blue esprime eleganza e personalità

HDR UHD 4K : Vivi la vita in alta definizione, libera la tua creatività con una definizione video incredibile e i colori più vivaci (opzionale)

Dotazioni Speciali: HP Privacy Camera, Privacy filter integrato, Finger Print e Riconoscimento Facciale

La sicurezza online non è un gioco

Kaspersky annuncia il nuovo prodotto TOTAL SECURITY GAMER EDITION, una versione appositamente pensata per soddisfare le esigenze dei videogiocatori esperti; la nuova funzionalità Gaming Mode* preimpostata permette infatti di godere dei giochi preferiti, navigare su Internet e scaricare mod e utility senza sacrificare sicurezza né prestazioni.

Zoom arriva su Apple Mac M1

Il nuovo aggiornamento del client di Zoom per macOS introduce il supporto per i Mac equipaggiati con i nuovi processori M1

Con questo aggiornamento si aggiungono altre nuove funzionalità.

I contatti cloud per le funzioni di chat e chiamata, importati attraverso l’integrazione possono ora essere facilmente aggiunti a Zoom con la possibilità di chiamarli per una call o un video meeting e di vedere il loro stato Zoom.

Sono state poi migliorate e riorganizzate le opzioni di feedback e reazioni non verbali, che possono utilizzare la funzione di alzata di mano insieme ai partecipanti al meeting e al webinar. Queste ed altre novità con la nuova release 5.4.7

Apple Mac M1, problemi con monitor ultrawide

Alcuni utilizzatori dei nuovi nuovi Mac con chip MI hanno segnalato la mancata disponibilità di alcune risoluzioni supportate, in abbinamento a monitor esterni di tipo ultrawide o super-ultrawide.

Apple, con una stringata nota tecnica ha confermato l’esistenza del problema, senza però rilasciare troppe spiegazioni, riscontrando che effettivamente collegando un monitor ultrawide o super-ultrawide a un Mac con chip Apple M1, alcune risoluzioni potrebbero non essere disponibili tra le configurazioni utilizzabili in modo automatico dal sistema operativo macOS.

Questa parziale incompatibilità con i monitor ultrawide e super-ultrawide dovrebbe essere risolta da Apple, via software, in tempi brevi.

Infatti Apple ha confermato ufficialmente di essere consapevole di questo problema ed ha aggiunto anche che provvederà a risolvere la problematica riscontrata con un prossimo aggiornamento software.